Permesso di Soggiorno Unico

 

L’attuale legge sugli stranieri contiene una serie di difficoltà che vanno dall’ottenimento del visto, al permesso di soggiorno, al permesso di lavoro. In virtù della quale il Ministero dell’Interno ha redatto e sottoposto alla pubblica consultazione un disegno di legge volto a migliorare e agevolare i criteri per l’ottenimento del permesso di assunzione e le procedure per l’ottenimento del visto. La principale lacuna individuata nell’attuale legge sugli stranieri è il fatto che non prevede il rilascio di un “permesso unico”, ai sensi della Direttiva 2011/98 / UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 2011, “Sulla procedura unica di domanda di un permesso unico per i cittadini di paesi terzi per lavorare e soggiornare nel territorio di uno Stato membro e per un insieme comune di diritti per i lavoratori di paesi terzi legalmente residenti in uno Stato membro ”. A tal fine, abbiamo lavorato specificatamente con gli articoli del disegno di legge che regolano la quota di mercato del lavoro e il rilascio dei permessi di soggiorno, al fine di integrare il permesso unico, come uno degli obiettivi principali del lavoro. Tale permesso apporterà modifiche sostanziali garantendo un’unica procedura di richiesta, per un permesso unico, per gli stranieri che intendono lavorare e soggiornare nel territorio della Repubblica d’Albania (RSH). Secondo il rapporto di accompagnamento del Ministero della Giustizia, il Progetto di Legge attraverso le sue disposizioni, determina la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno per categorie di stranieri che hanno incontrato difficoltà in passato per soggiornare nella Repubblica d’Albania, come segue: Permesso di soggiorno per apolidi, a garanzia del soggiorno legale per questa categoria; Permesso di soggiorno per pensionati, permesso che colmerà una lacuna dell’attuale normativa sugli stranieri, fornendo ai cittadini stranieri che sono in pensione nel loro paese di origine, la possibilità di richiedere un permesso di soggiorno per pensionati, presso l’autorità competente confine e migrazione nella Repubblica d’Albania, se preferiscono il nostro paese come destinazione dove vivere; Permesso di soggiorno per lavoratori mobili, cittadini stranieri che lavorano in paesi diversi, non in un ufficio o sede dell’istituzione, e la loro attività è principalmente un lavoro mobile dove i principali mezzi di lavoro sono gli strumenti informatici; E infine uno sviluppo molto importante: permesso di soggiorno temporaneo per l’uso di beni immobili di proprietà della Repubblica d’Albania, le cui procedure e criteri sono determinati da una decisione del Consiglio dei ministri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − 2 =